La Nostra Storia

Il Teatro di Calabria si costituisce ufficialmente nel gennaio 2010 grazie alla sinergia artistica di Aldo Conforto, regista e attore catanzarese formatosi alla scuola di Gianni Diotajuti, e Luigi La Rosa, autore teatrale e fine intellettuale calabrese.
Motore di partenza e scopo ultimo di questa collaborazione "è la riscoperta, valorizzazione e diffusione del patrimonio culturale della civiltà occidentale", come affermano le due guide artistiche del Teatro.

Un compito semplice e di poche pretese insomma; una sfida che però il Teatro di Calabria ha raccolto e cerca di vincere da cinque anni oramai, operando con continuità nel territorio calabrese attraverso la realizzazione di incontri culturali, laboratori teatrali, allestimenti artistici e musicali.

Raccolta l'eredità del laboratorio teatrale per giovani "Uno spazio per vivere", il Teatro di Calabria debutta sulle scene catanzaresi nel Giugno 2010 portando in scena "I MALAVOGLIA", tragedia inedita liberamente tratta dal capolavoro di Giovanni Verga e scritta da Luigi La Rosa, curatore della parte letteraria del Teatro di Calabria.

 

guarda la foto gallery

 

Nel 2011, presso l'Auditorium Casalinuovo di Catanzaro, il Teatro di Calabria ha portato in scena "ADELCHI", celebre tragedia scritta da Alessandro Manzoni.

Accanto ad una riduzione del testo e un' attualizzazione del linguaggio, sono stati inseriti interventi esplicativi tali da dare allo spettatore non specialista la possibilità di comprendere uno dei più grandi capolavori del teatro italiano.

Tale allestimento è stato rappresentato con successo in numerose "matinée" per gli istituti superiori di Catanzaro e provincia, dimostrando chiaramente quanto questa operazione di rielaborazione dei testi sia particolarmente efficace dal punto di vista didattico, consentendo ai più giovani di avvicinarsi ad opere e testi altrimenti difficilmente fruibili.